Sassocorvaro_Mini-castle

Breve Storia

La cittadina di Sassocorvaro domina dalla sommità di un colle il confine tra l’alta e la media valle del Foglia e si trova sin un suggestivo scenario al di sopra del lago di Mercatale.
L’origine dell’abitato è datata intorno al X secolo, mentre all’anno 1060 risale la costruzione della prima fortezza. Fui soggetta per lunghi periodi al dominio dei Brancaleone, più temuti che amati e che dominarono il paese per oltre cento anni. Il conte di Urbino Guidantonio da Montefeltro pose fine nel 1424 al loro dominio e  riuscì a prendere il controllo della città. Quella dei Montefeltro non fu comunque una dominazione pacifica a causa delle rivalità con i Malatesta, così che Sassocorvaro passò di volta in volta nelle mani dell’uno o dell’altro contendente. Dopo la vittoria finale di Federico da Montefeltro (1463), Sassocorvaro fu affidata dallo stesso in contea al nobile Ottaviano degli Ubaldini che fece ricostruire la rocca, servendosi del celebre architetto Francesco di Giorgio Martini (1475). Con la morte dell’Ubaldini tornò ai Montefeltro che la reinfeudarono alla famiglia genovese dei Doria che la ressero a loro volta fino all’estinzione del casato (1626).

Eventi

La cittadina di Sassocorvaro offre una programmazione eventi molto interessante e ricca, che sfrutta come cornice in molti casi la splendida rocca e soprattutto il piccolo teatrino, dove si svolgono interessanti rappresentazioni teatrali.

La Rocca

Ingresso:

da aprile a settembre, aperto tutti i giorni, 9.30-12.30 / 15.00–19.00.

Da ottobre a marzo, aperto sabato e domenica, 9.30-12.30 / 14.30 –18.00 (nei giorni feriali si possono effettuare visite su prenotazione).
Biglietto: intero € 4.00 / ridotto € 2.50.

 

Il monumento principale della città è la Rocca Ubaldinesca che ospita al suo interno perfettamente conservata una piccola Pinacoteca e un grazioso Teatrino, ricavato quest’ultimo all’interno di quello che fu il salone maggiore del fortilizio.  La rocca rappresenta uno dei grandi capolavori, forse il maggiore, realizzati da Francesco di Giorgio Martini, grande architetto sense del Ducato di Urbino e l’edifico stupisce per l’ottimo stato di conservazione e per la pianta assolutamente singolare. La rocca All’interno della Rocca Ubaldinesca è oggi anche ospitata la cosiddetta Arca dell’Arte: un’esposizione di riproduzioni a grandezza naturale dei grandi capolavori pittorici che nel 1940, per opera di Pasquale Rotondi, vi trovarono segreto rifugio dai pericoli della guerra. Per ricordare l’avvenimento è stato anche istituito l’annuale Premio Rotondi rivolto a coloro che si distinguono nel campo della salvaguardia dell’Arte.

Il Centro storico

Sassocorvaro rappresenta per i turisti un sito di sicuro interesse e di grande fascino, data la posizione dalla quale si scorge un panorama assolutamente unico. Passeggiando per le vie del borgo si ha la sensazione che il tempo si sia fermato e ci si immerge nel sogno di epoche passate. Il centro storico offre, oltre alla rocca, altre attrattive degne di nota come il Palazzo Battelli (sec. XVIII), oggi sede del Museo di Civiltà Contadina, e la collegiata di S.Giovanni Battista che ha all’interno affreschi del XIV e XV secolo e bassorilievi rinascimentali.