Urbino

Breve Storia

La città di Urbino ha una storia antica, che affonda le sue radici in epoca romana, nella quale la città aveva il nome di Urvinum Mataurense. Il periodo di massimo splendore della città fu dal 1444 al 1482, gli anni del regno di Federico da Montefeltro. Il duca lasciò un’impronta indelebile sulla città, dandole un nuovo volto e costruendo soprattutto il monumentale palazzo ducale. A Urbino nacque nel 1483 Raffaello Sanzio e il Divin Pittore dimostrò un forte legame alla città, dove trascorse gli anni della giovinezza. Urbino visse poi un nuovo splendore anche a inizio 700, quando fu nominato Papa Clemente XI Albani, e durante il suo pontificato la città fu arricchita di monumenti e opere importanti.

Eventi

Urbino è una meta turistica che vale la pena visitare durante tutto l’anno, dato anche che vengono organizzati eventi di vario genere. L’evento più importante  è la Festa del Duca, nella quale ogni anno nella terza settimana di Agosto vengono messi in scena episodi e vicende del tempo dei duchi. Tutta la città quindi diventa teatro di queste rievocazioni che fanno rivivere quell’atmosfera affascinante dei tempi passati. Altro evento molto interessante è il festival della Casciotta di Urbino, un formaggio tipico che ha la certificazione DOP e risulta essere uno dei prodotti d’eccellenza del territorio.

Il Palazzo ducale e la Galleria Nazionale delle Marche

Biglietto Intero: 5 euro

Biglietto Ridotto: 2,50 euro (per insegnanti, dai 18 ai 25 anni)

Biglietto Gratuito: over 65, fino ai 18 anni

La prenotazione dell’ingresso è del costo di 1 euro

Il palazzo ducale di Urbino è il monumento principale della città e l’antica residenza dei duchi di Urbino. Gli splendidi ambienti del palazzo, che si sviluppa su 4 piani, ospitano la Galleria Nazionale delle Marche dove si possono ammirare meravigliosi dipinti di Piero della Francesca, Raffaello, Barocci e altri. Oltre ai dipinti si possono ammirare anche i meravigliosi intarsi che compongono lo Studiolo del duca e una collezione di ceramiche preziosissime del ‘500.

 

 

Casa Raffaello

 

Biglietto Intero: 3,50 euro

Gruppi: da 15 pax 2,50 euro

Gratuito: fino a 15 anni

Scolaresche: 1 euro

 

La Casa Natale di Raffaello è non solo il luogo in cui, nel 1483, Raffaello venne alla luce, bensì in questa abitazione Raffaello trascorse la sua gioventù e poté apprendere dal padre i primi rudimenti dell’arte pittorica. In questo periodo infatti il giovane dipinse un affresco che è tutt’oggi all’interno della casa. Inoltre sono esposti dipinti di allievi o artisti legati al Divin Pittore e tutta una serie di manufatti che ricostruiscono negli ambienti, quella che doveva essere la vita all’interno della casa.

 

 

 

Oratorio di San Giovanni

 

Biglietto intero: 2,50 euro

Biglietto ridotto: 1,50 euro per gruppi oltre i 15 pax

 

L’Oratorio di San Giovanni è uno dei siti più belli e affascinanti della città di Urbino: infatti questa piccola chiesa è all’interno affrescata con scene della vita del Santo e una maestosa crocifissione. Gli autori degli affreschi, i fratelli Salimbeni non interpretano semplicemente il linguaggio artistico gotico, bensì introducono elementi e sfumature assolutamente inedite. I loro personaggi prendono possesso dello spazio, lo conquistano e lo vivono con un’espressività assolutamente nuova.

 

Oratorio di San Giuseppe

 

Biglietto intero: 2 euro

Biglietto ridotto: 1,50 euro per gruppi oltre i 15 pax

 

L’Oratorio di San Giuseppe, sede dell’omonima confraternita, ospita una delle opere più importanti della città, il presepe a grandezza naturale in stucco di Federico Brandani del 1560. Quest’opera è esposta in un piccolo ambiente dell’oratorio, dove l’artista ha ricostruito una grotta rivestendo le pareti con una pietra particolare. La naturalezza e l’espressività dei personaggi coinvolgono il visitatore in quella che è una vera e propria esperienza interiore. All’interno dell’Oratorio è inoltre possibile anche visitare la sacrestia e la grandiosa chiesa e in quest’ultima è ospitata un’imponente statua del santo e dei dipinti raffiguranti scene di vita del santo.

 

Museo Diocesano Albani e Oratorio della Grotta

 

Il Biglietto comprende sia il Museo Albani che l’Oratorio della Grotta

Biglietto Intero: 3,50 euro

Biglietto Ridotto; 2,50 euro per gruppi oltre le 15 persone

 

Il Museo Diocesano Albani racconta la storia e l’incredibile contributo dato alla città di Urbino da parte della famiglia Albani, nella quale si annoverano cardinali, importanti burocrati ma soprattutto un Papa, Clemente XI. Questa figura diede grande impulso per la rinascita di Urbino a inizio 700, e raccolse svariate opere di vario genere (dipinti, oggetti sacri, sculture, manoscritti): questi manufatti composero poi il tesoro della cattedrale. Oggi è possibile in un nuovissimo allestimento ammirare queste opere, che annoverano dipinti di importantissimi artisti come Benedetto Coda, Barocci, Federico Zuccari, Guido Reni e altri.

L’Oratorio della Grotta si trova sotto la Cattedrale di Urbino e si articola in quattro cappelle, che rappresentano un vero e proprio percorso spirituale per i fedeli. L’ambiente dell’Oratorio è veramente suggestivo e mostra diversi importanti dipinti e soprattutto una maestosa Pietà in marmo scolpita dal Bandini. Queste cappelle ospitano inoltre spesso delle mostre tematiche, e questo è un altro elemento che vi consiglia la visita dell’Oratorio.

Altre attrazioni

La città offre oltre a questi musei anche delle bellissime chiese dove si possono ammirare opere di assoluto pregio artistico: ad esempio la neoclassica Cattedrale di Urbino dove potrete ammirare la famosissima Ultima Cena di Federico Barocci o la Chiesa ex-monastero di San Francesco dove il pittore urbinate ha lasciato la splendida Pala d’Altare Il perdono d’Assisi.